CASO CLINICO 1

 

Paziente

Uomo, 45 anni, poliziotto, mancino, giocatore di tennis.

Sintomi

Da circa due anni soffre di cervicalgia e da un anno a questa parte lamenta dolore interscapolare costante a sinistra, con recente irradiazione al braccio sinistro con formicolio.

Storia clinica

Dopo trattamento con FANS per cervicalgia e alcune sedute di fisioterapia che sembravano portare sollievo, il dolore è ricominciato con la stessa intensità.

Esami strumentali
e valutazione

Alla radiografia si nota un inizio di degenerazione a livello C4-C5 e C5-C6, alla RMN sono evidenti disidratazioni dei dischi allo stesso livello con presenza di protrusioni discali.
A una visita, il neurochirurgo non trova niente di interesse chirurgico.

Test

Il paziente arriva allo studio con sconforto; ha dovuto smettere di giocare a tennis e questa situazione lo disturba anche durante la sua attività professionale.
Alla nostra valutazione, la zona cranio-cervicale chiamata OAA (Occipite/Atlante/Asse) appare libera, il test di Bassani o test dei pollici montanti è invece positivo su C4.
Il paziente riferisce un dolore preciso nella zona T4 e C4 a sinistra, e la terza costa è in perdita di mobilità in inspirazione, al test di mobilità, infatti, sale verso l’alto e non scende durante l’espirazione.
L’investigazione della colonna cervicale alta, zona cardanica di orientamento della testa, risulta negativa, quindi non si tratta di una sopracompensazione che porterebbe a un sovraccarico sulla colonna cervicale bassa.

Diagnosi

Chiediamo allora al paziente se dorme in posizione prona e lui conferma di avere questa abitudine. In effetti le persone che dormono in questa posizione, facilmente presentano una disfunzione quasi sempre a livello di C4.
Le branche posteriori della radice C4 vanno a innervare la pelle e i muscoli paravertebrali a livello di T4, bloccando questa vertebra che a sua volta disturba T3, creando un binario non più fisiologico. La terza costa quindi va in costrizione in perdita di mobilità e il nervo intercostobrachiale, irritato, scatena dolori e formicolio a topografia non precisa irradiati all’arto superiore dello stesso lato.

Trattamento

Normalizzazione di C4, T4, T3
Alla verifica non appaiono altre disfnzioni della colonna e del bacino.
Questo è un caso molto frequente, la metodologia permette di individuare la costruzione delle disfunzioni, adottando un trattamento idoneo ed efficace.